Peccati spalmabili.

Uno degli alimenti di cui è difficile per golosità fare a meno, nonostante l’arrivo della stagione calda, è sicuramente la cioccolata spalmabile. Se anche fossimo degli irriducibili choco-addictied, però, non accontentiamoci della solita Nutella. Esistono in rete recensioni di siti “insospettabili” che, nonostante le polemiche, la “riabilitano”. In proposito uno dei punti che, ad esempio, non ci torna, è: se davvero contenesse olii vegetali salubri, l’azienda produttrice avrebbe tutto l’interesse a specificare meglio la dicitura in etichetta (come avviene per altri prodotti alimentari in commercio). Perché allora non lo fa?

C’è poi un’altra questione da considerare nel medio e lungo periodo: come accaduto secoli addietro (anche se per ragioni diverse da oggi), il cioccolato tornerà ad essere un bene di lusso, a tutto vantaggio delle multinazionali (con attività criminali annesse). Praticamente i pochi che coltiveranno la pianta del cacao non potranno nemmeno assaggiare il prodotto finito. Ammesso e non concesso che le cooperative inserite nel circuito equosolidale resistano, il consumo del cioccolato diventerà comunque un vero peccato di gola… Senza girarci intorno: dovremo consumarne sempre meno.

Sapendo però che al momento è difficile resistere del tutto a tale tentazione, spalmabile in primis, e che comunque la disassuefazione procede per piccoli passi, abbiamo pensato di iniziare a ridurre intanto i consumi “palesemente inappropriati” di questo prodotto e, a titolo di esempio, vi proponiamo delle alternative (due delle quali sono spesso accessibili anche nei supermercati)  che sembrano soddisfare almeno in parte i nostri criteri d’acquisto e che abbiamo recensito anche a seguito di faticosissime valutazioni empiriche di elevato tenore scientifico ^_^

 fase_delicata_esperimento_by_jaulleixe seconda_fase_delicata_esperimento_by_jaulleixe

Eccole allora in ordine crescente, a nostro parere, di qualità:

 NocciolataRigoni di Asiago

Ingredienti: zucchero*, pasta di nocciole 16%*, olio di girasole*, latte scremato in polvere*, cacao 6,5%*, burro di cacao*, lecitina di girasole, aroma naturale di vaniglia – non contiene glutine

Peso 350 g – noi l’abbiamo incontrata a partire da € 3,50 ca

Il sapore e  la consistenza sono ottimi, con l’aggiunta del fatto che gli ingredienti con l’asterisco sono biologici. [Ha la sua pagina su FB].

Una volta finita vi resta un vasetto ottagonale con coperchio in metallo.

 Crema Novi – La crema senza grassi estranei

Ingredienti: nocciole (45%), zucchero, cacao magro (9%), latte scremato in polvere (5%), burro di cacao, emulsionante: lecitina di soia, aromi – made in Italy

Peso 200 g –  noi l’abbiamo incontrata a partire da € 2,60 ca

Perché questa vinca il confronto con la nutella lo leggete qui; comunque, non presenta nemmeno ingredienti “certificati” come pericolosi; ha un pastoso sapore di gianduiotto [su FB esiste il gruppo sia per lei che per il suo confronto con la nutella :-| ].

Una volta finita vi resta un contenitore + tappo in plastica. Lavabili, ma dal riutilizzo limitato essendo la stampa irremovibile.

Equo Bonita Green – senza oli vegetali aggiunti – crema cacao e nocciole

Libero Mondo – Equo solidale & sociale

Ingredienti: zucchero di canna*,  nocciole (45%), cacao magro in polvere (5%), burro di cacao, emulsionante: lecitina di girasole, aromi: vanillina.

Peso 230 g – noi l’abbiamo incontrata a partire da € 3 ca

“senza aggiunta di grassi diversi da quelli naturalmente contenuti nelle nocciole e nel cacao” (vedi asterisco)  e senza ingredienti derivati da OGM, né di origine animale (va bene anche per i vegani!) è prodotta in provincia di Cuneo con un 53% di ingredienti provenienti dal Commercio Equo e Solidale: è buona, quindi, anche dal punto di vista morale; il contenitore diventa un bicchiere una volta lavato.

Estrella – Primera – crema finissima al cacao e nocciole

Equoland – Lavorazione artigianale

Ingredienti:  zucchero di canna, olio di arachidi, cacao in polvere (23% burro di cacao). Pasta di nocciole. Aroma di vaniglia naturale. Possibili tracce di emulsionante: lecitina di soia.

350 g -3,50 €

Precisando che la vaniglia naturale (che si trova anche nella Rigoni) è sempre meglio della chimica vanillina, questa crema vegan friendly ha dalla sua il fatto che “non contiene grassi vegetali sostitutivi” nè “ingredienti OGM” (buono anzi raro per la soia, che è all’80% – se non più – OGM). Il costo? Si, anche in questo caso è un po’ caro, ma vi garantiamo che nel nostro caso è stato un incentivo per ridurre i consumi. Ci sarà – lo ammettiamo, quel pomeriggio in cui non resisti e ti spari un intero barattolo, molto maialescamente e sorbendoti in seguito il mal di pancia… ma poi la choco-card te la sei giocata per il successivo mese e mezzo, per cui…

Tornando alle valutazioni tecniche, dal punto di vista della “fluidità”, la terza e ancor più la quarta sono quelle con la consistenza meno spalmabile, quasi granulosa: commercialmente dovrebbe essere considerato un difetto, ma lasciate valutare al vostro palato e poi fateci sapere.

 cioccolata_galletta_mais_by_jaulleixe cioccolata_galletta_riso_by_jaulleixe

Informazioni su Jaulleixe

cyberactivism, ecology, nature, art, music, trashware, vegetarianism, veganism, feminism, GIS, psichology, sociology, theology, wildness, trekking, woods, gender studies, fair trade, informatics, homemaking, raw food, retrocomputing, doodling, guerrilla gardening, modding... "Those who claim to care about the well-being of human beings and the preservation of our environment should become vegetarians for that reason alone. They would thereby increase the amount of grain available to feed people elsewhere, reduce pollution, save water and energy, and cease contributing to the clearing of forests. When nonvegetarians say that 'human problems come first' I cannot help wondering what exactly it is that they are doing for human beings that compels them to continue to support the wasteful, ruthless exploitation of farm animals." - Peter Singer, on "Animal Liberation"
Questa voce è stata pubblicata in ecologia ed economia domestica, FARE LA SPESA e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Peccati spalmabili.

  1. Rossella ha detto:

    Bravi, ottima recensione. C’è solo un problema… voglia la cioccolata!!! :)

  2. icoloridellarcobaleno ha detto:

    E’ un periodo in cui sto evitando la cioccolata, però ho preso nota delle marche che avete recensito perché si sa, l’estate passa in fretta e in autunno la voglia di cioccolata ritorna!

  3. Gianca ha detto:

    Avete anche fatto un confronto con la crema spalmabile a base di nocciola e cacao di Alce Nero, la ciokocrem? Oltre alla bontà del prodotto Alce Nero fa riferimento poi all’origine del cacao proveniente dalle cooperative socie in Latino America.

  4. Carlo Du ha detto:

    Nooo… Il problema è che non ci riesco a tenere la testa occupata forzatamente con lo studio… senza il supporto della Nutella…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...