Sardegna naturalistica.

 IMG_3248-l-l-o

Quest’oggi i Jaulleixe vi presentano due suggestive località sarde, nella speranza che, se mai vi ci recherete, non sarà (solo) a seguito di un improvviso e incontenibile impulso da turismo-ossessivo-compulsivo ma anche in conseguenza di una almeno minima riflessione.

IMG_2859

Chi ci conosce bene sa cosa preferiamo tra mare e montagna e, anche in questo caso, per noi è un vero piacere esplorare l’entroterra di questa regione che vorrebbe essere nazione:

   capretta-sardamucche_sarde_pensierose_dinanzi_al_panorama 

tanto spazio ancora riservato alla Natura, ai suoi animali

 IMG_2990IMG_2981

alle innumerevoli specie arbustive , e così via…

IMG_3140

varietas_sarde 

Oggi però parleremo di spiagge… 

 IMG_3244

… di quelle non contaminate dai peggiori esemplari di homo sapiens

 IMG_3344

… e di quelle che potrebbero essere altrettanto belle se gestite con sensibilità ambientale.

Al primo caso appartiene Pedra Longa .

PEDRA_LONGA_CHART

Questa insenatura carsica è raggiungibile con qualche difficoltà a piedi; ma, anche automuniti (premettendo che è assolutamente consigliabile dotarsi di cartina con scala non inferiore a 1:250000,  la cosa migliore da fare è raggiungere Baunei e da lì chiedere indicazioni che vi aiutino a integrare la scarsa cartellonistica) nulla vi risparmierà un minimo di sforzo fisico per raggiungere uno scoglio “abitabile” (da accaparrarsi all’alba, ovviamente, visto che ce ne sono pochi). La presenza di più note e accessibili attrazioni balneari nei paraggi  (per esempio le famose rocce rosse di Arbatax), infine,  sottrae questo piccolo angolo di paradiso appartenente al Parco del Golfo di Orosei e del Gennargentu ai nefasti effetti del turismo di massa.

pedra-longa

Cosa comporta tutto ciò?

 pedra_longa-detail  

NIENTE OMBRELLONI.

pedra_longa_scogli

NIENTE BARETTI.

IMG00729-pedralonga

NIENTE STABILIMENTI.

IMG00731 IMG00726

UMANI: POCHI, equipaggiati in maniera essenziale. Almeno un po’ civili.

scheda-pomodoro-di-mare-jaulleixe

Natura.

scheda-cornetto-comune-jaulleixe

Silenzio.

IMG_3072    pedra_longa_torrone_mirto

sunny_pedra_longa

Il secondo caso che sottoponiamo alla vostra attenzione è la Cala Domestica di Buggerru .

cala_domestica_di_buggerru

cala_domestica_buggerru_chart_details

Questa spiaggia può soddisfare le esigenze di ogni tipo di turista.

 IMG00772 

Dal punto di vista organizzativo non manca nulla: lettini, sdraio, ombrelloni, bar, bigliardino, juke box, bagnini, pedalò (con scivolo o senza), ecc…

IMG00820IMG00824

Sul piano naturalistico, poi, c’è solo l’imbarazzo della scelta.

IMG00787IMG00781

Sabbia fina, ciottoli, scogli, prominenze da cui tuffarsi, insenature e fondali… l’ideale per il diving o lo snorkeling

 IMG00764   IMG00768

L’ingresso alla spiaggetta ciottolosa è particolarmente suggestivo, in quanto avviene attraverso una breve galleria rocciosa).

cala-domestica-percorso-da-spiaggia-ciottoli  cala_domestica_buggerru_chart_details_2

galleria-cala-domestica-lato spiaggia-sabbia IMG00766 cala-domestica-ciottoli

Le indicazioni stradali per raggiungerla non mancano, e comunque lungo la via verrete tentati da vari stabilimenti intermedi, che potrebbero anche piacervi, se siete amanti del genere.

Noi però preferiamo luoghi meno antropizzati, e Cala Domestica, per come si presenta, è “al limite”…

IMG00810 IMG00795

… anche se, lo ammettiamo, abbiamo apprezzato molto possibilità di noleggiare il pedalò…

IMG00785IMG00809

   IMG00802IMG00794

IMG00839vista-ingresso-baia-lato-spiaggia

Mezzo secolo fa era un porto di imbarco di minerali e la traccia rimane negli spettrali edifici sopravvissuti, al pari degli altri villaggi minerari “fantasma” (silenziosi e vagamente inquietanti) incontrabili anche nell’entroterra sardo.

cala_domestica_buggerru_ruines

Scheletri visibili già dal mare…

IMG00779-bis

… che celano, solo visivamente, un rumoroso generatore di corrente…

IMG00775IMG00776

… che emana un discreto odore di benzina.

IMG00777 

I bagnanti raggiungono la prima spiaggia attraverso un camminamento, posto nella sabbia sudicia di infinitesimali frammenti di spazzatura,…

IMG00845IMG00846sabbia-piena-di-spazzatura

… grossomodo equidistante dai due principali gruppi di scheletri di mattoni e cemento.

IMG00859

Raggiungerete la sommità della collina arrampicandovi, prima che sugli arbusti, su un monte di sabbia e rifiuti, mescolati come se si fossero sedimentati insieme dalla notte dei tempi.

IMG00850  IMG00857

Il bar ha solo un paio di piccoli bidoni cilindrici, stracolmi. Le ragazze che vi servono al bancone raccolgono direttamente dalle vostre mani carte di gelato, lattine, palette, bicchieri, tovagliolini, bottiglie. Li depositano presumibilmente dentro al chioschetto. Accumulano una quantità enorme di rifiuti per tutto il giorno. A mano.

Dalla spiaggia alla strada, passando per il parcheggio, non un solo bidone, nemmeno per l’indifferenziata.

   IMG00851 IMG00852

Dobbiamo dunque presumere che le giovani bariste si carichino in spalla, fino alla propria auto, almeno un enorme sacco nero di rifiuti al giorno?

Comunque, camminare a piedi nudi nella sabbia è come immergerli in un mix di cicche di sigaretta, frammenti di gomma, cartacce…

IMG00860IMG00876

… bottoni, lattine piegate, cannucce… “Emozioni” analoghe sono indotte dalla visita ai ruderi.

  IMG00861 IMG00862

Detriti, un diffuso strato di spazzatura di piccole dimensioni, residui di falò e bisbocce…

IMG00863 IMG00864 IMG00865

… ancora mozziconi di sigaretta, pezzi di vetro. Una scarpa.

IMG00866 IMG00872

Non era nemmeno del nostro numero :-(

IMG00871IMG00870

Anche il pozzo…

IMG00867

…si rivela stracolmo di spazzatura.

 IMG00868 rifiuti-in-fondo-al-pozzo

E’ tutto così pervaso da frammenti di spazzatura che il problema della raccolta differenziata (comunque fondamentale in casi, a maggior ragione come questo, di significativo spreco di vetro, latta, plastica) diventa questione di second’ordine, troppo avanzata rispetto alla macroscopicità dell’emergenza rifiuti.

Ciononostante il paesaggio riesce a preservare un qualcosa di selvaggio e misterioso. Basterebbe forse poco – un banale rastrello per la pulizia meccanica, almeno superficiale, della spiaggia – alla pro loco (esisterà?) e a quanti vi si recassero solo in vacanza, per prendersi cura di ciò che amano, così da lasciarlo nel modo in cui vorrebbero ritrovarlo ogni estate.

jaulleixe_in_sardegna

O, almeno, noi ci stiamo già pensando. La prossima volta che passeremo da quelle parti, lo faremo adeguatamente “attrezzati”, diciamo su modello australiano (che è stato poi opportunamente “recepito” anche dalle nostre parti), così che possa concedersi un momento di sollievo anche la Natura. E siccome da fare ce n’è abbastanza, cominciate da ora a prenotarvi: si accettano volontari :-)

SrdegnaDaSatelliteTrueColor

Informazioni su Jaulleixe

cyberactivism, ecology, nature, art, music, trashware, vegetarianism, veganism, feminism, GIS, psichology, sociology, theology, wildness, trekking, woods, gender studies, fair trade, informatics, homemaking, raw food, retrocomputing, doodling, guerrilla gardening, modding... "Those who claim to care about the well-being of human beings and the preservation of our environment should become vegetarians for that reason alone. They would thereby increase the amount of grain available to feed people elsewhere, reduce pollution, save water and energy, and cease contributing to the clearing of forests. When nonvegetarians say that 'human problems come first' I cannot help wondering what exactly it is that they are doing for human beings that compels them to continue to support the wasteful, ruthless exploitation of farm animals." - Peter Singer, on "Animal Liberation"
Questa voce è stata pubblicata in ECO e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

9 risposte a Sardegna naturalistica.

  1. aracne ha detto:

    Ma che articolo tentatore, mette la voglia di estate e di mare!

  2. Jaulleixe ha detto:

    Diciamo che è il “riscaldamento” per il prossimo numero di The Best…

  3. solindue ha detto:

    Oh Cielo! Mi piace quando i miei collaboratori si riscaldano.

    Alcune foto in b/n sono davvero bellissime e suggestive. (863 – 866- 872 le mie preferite!)

  4. notitiae ha detto:

    Complimenti per l’attenzione all’ambiente. Proponiamo anche il contributo di NotitiAE al link:
    http://notitiae.wordpress.com/2011/01/21/ambiente-comitato-cittadino-rifiuti-zero-citta-di-spoleto/

  5. Haakon ha detto:

    What a paradis, and beautiful pictures. I loved the red heart. And I miss the summer, it is not the right pictures to look at in 11 degrees below :o(

  6. Anonimo ha detto:

    Preparatevi che quest’estate vorrei andare in Sardegna, quindi vi tormenterò di domande..quindi mi implorerete di smetterla in ginocchio! ;D

  7. Farnocchia ha detto:

    Il commento precedente è il mio…sorry!

  8. Pingback: Che botta! | _____________________JAULLEIXE________________________

  9. Sanju ha detto:

    beautiful places :)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...