INDIA

Il titolo è chiaro: stiamo parlando di un locale fichissimo ^_^ nel cuore di Pisa!!!!

 

india_0003

 

Anche qui: 10/10 a PULIZIA. L’arredamento è fantastico, molto curato, con foto indiane B/N di inizio secolo (andate a vedere com’è curato il bagno!!!!!!), lanterne soffuse e colorate sulle pareti, soffitti coperti di stoffe simili a colorati sari srotolati. A condire ulteriormente l’atmosfera, colonne sonore bolliwoodiane di sottofondo.

Vi accoglie il padrone di casa, elegantemente vestito con abiti indiani tradizionali, apparentemente è un po’ serioso (ma comunque cortese): fategli, però, qualche domanda sulla sua terra e vedrete in che sorriso si scioglierà!

Il cibo è ottimo, con discreta scelta vegetariana (non vegana, però: c’è il latte come ingrediente in tantissime cose – i dolci e il the -“postcoloniale” [sob] ad esempio – per cui non è possibile chiedere variazioni sul menù come, ad esempio, l’esclusione dei derivati del latte). Le porzioni non sono enormi, però saziano (e anche molto… ve accorgerete una volta usciti dal locale…). Il costo: non si va al risparmio, però non è nemmeno stratosferico.  Con 30 euro in due si può fare una cenetta alternativa (vini – indiani – non inclusi… ma tanto noi non ne beviamo!).

Ah: particolari le posate.

 

Via Roma 52 – Pisa

 

Informazioni su Jaulleixe

cyberactivism, ecology, nature, art, music, trashware, vegetarianism, veganism, feminism, GIS, psichology, sociology, theology, wildness, trekking, woods, gender studies, fair trade, informatics, homemaking, raw food, retrocomputing, doodling, guerrilla gardening, modding... "Those who claim to care about the well-being of human beings and the preservation of our environment should become vegetarians for that reason alone. They would thereby increase the amount of grain available to feed people elsewhere, reduce pollution, save water and energy, and cease contributing to the clearing of forests. When nonvegetarians say that 'human problems come first' I cannot help wondering what exactly it is that they are doing for human beings that compels them to continue to support the wasteful, ruthless exploitation of farm animals." - Peter Singer, on "Animal Liberation"
Questa voce è stata pubblicata in RISTORAZIONE e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...